L’esigenza di tutelare l’ambiente in cui viviamo e la necessità di ridurre i consumi energetici hanno portato a cercare soluzioni alternative e più efficienti in molti ambiti soprattutto in quello domestico. Per riscaldare la casa ci sono diverse soluzioni: in questo sito viene affrontato il tema delle caldaie a condensazione, spiegando cosa sono, il loro funzionamento, i vantaggi, i prezzi, le diversità fra le varie tipologie e le detrazioni fiscali permesse dalla vigente normativa.

Caldaie a condensazione Hermann Saunier Duval

Esposizione di caldaie a condensazione nel centro assistenza R.A.M. Gas di Brescia

Una panoramica sulle caldaie a condensazione

La caldaia a condensazione, nata nel 1985, rappresenta oggi una soluzione innovativa, in quanto in grado di ottenere un rendimento termodinamico superiore rispetto a una caldaia tradizionale, con una serie di vantaggi che si traducono in un maggior risparmio economico  (soprattutto se accoppiata a un riscaldamento a pavimento) e in una riduzione delle emissioni inquinanti.

Inoltre, grazie alle detrazioni fiscali (fra le quali anche il cosiddetto ecobonus) e alle altre agevolazioni è possibile recuperare buona parte delle spese sostenute per l’acquisto e per l’installazione della caldaia.

Quadro di controllo di una caldaia a condensazioneNonostante il costo si stia abbassando negli ultimi anni (negli ultimi 5 di circa 500 euro) questo tipo di caldaie ha un costo ancora superiore rispetto a quello delle caldaie tradizionali, perciò al momento dell’acquisto di una nuova caldaia è importante fare una corretta valutazione dei vari fattori con un occhio alle proprie esigenze, alle proprie abitudini di utilizzo del riscaldamento, e al proprio tipo di impianto, in modo da realizzare un ammortamento dei costi di acquisto e di installazione in tempi ragionevoli.

Uno dei dubbi più comuni, quando si ha intenzione di sostituire la propria caldaia o quando è necessario sceglierla per una nuova abitazione, è proprio quello legato alla convenienza. In linea di massima la risposta è sì, l’installazione di una caldaia a condensazione conviene rispetto ad un modello tradizionale.

È importante considerare che si tratta di un acquisto i cui vantaggi vengono percepiti nel medio/lungo periodo, dati i tempi necessari per il ritorno dell’investimento.

Tipologie di caldaie

Le caldaie a condensazione vengono prodotte secondo diverse potenze, con o senza circuito solare integrato, con possibilità di funzionamento misto o dedicato.

Le caldaie a funzionamento misto hanno al loro interno un kit aggiuntivo per far funzionare impianti misti, ovvero gestiscono sia zone con l’impianto ad alta temperatura per i radiatori sia zone a bassa temperatura per impianti a pavimento o pannelli radianti. I modelli con circuito solare, invece, hanno al loro interno una predisposizione per i componenti del circuito solare termico e la scheda della caldaia è in grado di gestire il controllo delle funzioni solari, evitando l’utilizzo di un’ulteriore centralina specifica.

In base alla collocazione prevista esistono modelli di caldaie murali compatte, a basamento o da incasso. Le prime hanno dimensioni piuttosto compatte, dal peso contenuto e gradevoli caratteristiche estetiche. Ci sono modelli per solo interno e modelli che funzionano senza problemi all’esterno con kit di copertura, permettendo un recupero di spazio all’interno dell’abitazione. Grazie all’equipaggiamento antigelo evitano qualsiasi problematica rispetto al posizionamento esterno (anche se protetto). Come le altre caldaie a condensazione rispondono a ogni necessità di riduzione dei consumi e sono silenziose, rendendo il comfort ottimale.

Le caldaie da incasso rispondono all’esigenza di utilizzare tutto lo spazio abitativo senza ingombri. Infatti vengono incassate nel muro, in una profondità di 25 cm, in un box in acciaio preventivamente predisposto.

Si precisa che prima di acquistare una qualsiasi caldaia o altro apparecchio di riscaldamento, è bene rivolgersi sempre a installatori o imprese qualificate e in possesso dei requisiti di legge, in modo che possano fare un calcolo termotecnico per determinare la caldaia dalla giusta potenza nominale e quindi consigliarvi il modello che maggiormente si adatta al vostro utilizzo e alla grandezza della vostra abitazione.

Ti è piaciuto questo articolo?
(25 voti, media: 3,28 su 5)
Loading...